Proseguimento lavoro agile al 14 aprile 2020

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “A. SANSOVINO”

MONTE SAN SAVINO

Via Modesta Rossi, 4 - 52048 Monte San Savino (AR) Tel. 0575/844043 – 844347

Fax 0575/815886

     www.istcompmss.it   e-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.          

    C.F. 80002500512

 

Prot. N 1620 1.1.h                                                                        Monte San Savino, 14 aprile 2020

            

Al sito dell’Istituzione Scolastica

Atti della Scuola

Al personale Collaboratore Scolastico

Al personale Amministrativo Scolastico

Al personale docente

 

p.c. All’Assessore all’Istruzione 

del Comune di Monte San Savino

 

                  

OGGETTODecreto Legge n. 18/ 17 marzo 2020. Adeguamenti relativi alla organizzazione del lavoro di custodia e amministrativo nell’istituto, ai sensi del citato decreto e delle “Istruzioni operative alle istituzioni scolastiche” emanate dal Ministero dell’Istruzione con nota n.392/18 marzo 2020. Ulteriore proroga dei termini (DPCM 10 aprile 2020).

 

 

 

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
 

 

−     VISTO il decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6 recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologia da COVID-19;

 

−     VISTA la Direttiva n. 1/2020 del Ministro della Pubblica Amministrazione recante prime indicazioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 nelle pubbliche amministrazioni;

 

−     VISTI i DPCM adottati ai sensi dell’art. 3, comma 1, del decreto legge  23 febbraio 2020 , n. 6 in attuazione delle misure di contenimento dell’epidemia da COVID-19 e, in particolare, il DPCM 9 marzo 2020 recante misure per il contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale tra le quali la sospensione delle attività didattiche fino a 3 aprile 2020 su tutto il  territorio nazionale e il DPCM 11 marzo 2020 recante misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazione che individua la modalità del lavoro agile come modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa nelle pubbliche amministrazioni, al fine di limitare gli spostamenti per il raggiungimento del posto di lavoro per fermare  il propagarsi dell’epidemia;

 

−     VISTE le note del Ministero dell’Istruzione n. 278 del 6 marzo 2020, n. 279 dell’8 marzo 2020 e n. 323 del 10 marzo 2020 con le quali vengono impartite alle istituzioni scolastiche disposizioni applicative delle suddette norme e, in particolare, vengono date indicazioni sullo svolgimento del lavoro del personale ATA e sull’applicazione dell’istituto del lavoro agile nel periodo di sospensione dell’attività didattica;

 

−     VISTA la Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 2/2020 contenente “Indicazioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID – 19 nelle pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2 del Decreto Legislativo del 30 Marzo 2001 n. 165;

 

−     VISTO il comunicato sul sito del MIUR 16/03/2020 sulle ulteriori misure per il lavoro agile, con mantenimento dell’apertura delle scuole esclusivamente per attività indifferibili;

 

−     VISTO il Decreto Legge n.17 del 16/03/2020;

 

_      VISTO il Decreto Legge n.18 del 17 marzo 2020;

 

_      CONSIDERATE le “Istruzioni operative alle istituzioni scolastiche” emanate dal Ministero dell’Istruzione con nota n.392 del 18 marzo 2020;

 

−     VALUTATA  l’organizzazione del lavoro agile introdotta nell’Istituto con decreti del dirigente scolastico, prot. n.1237/1.1.h, del 9 marzo 2020, e prot. n.1298/1.1.h, del 17 marzo 2020;

 

−     Considerato che a partire dalla data odierna, il lavoro agile diviene la modalità ordinaria di lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni, salvo individuazione di attività indifferibili che richiedano necessariamente la presenza sul luogo di lavoro;

 

−     Considerato che, da un attento esame delle attività in corso nell’Istituto, non risultano attualmente attività indifferibili che richiedano necessariamente la presenza del personale sul luogo di lavoro, né attinenti all’amministrazione, né alla custodia dei locali, né alla gestione della didattica a distanza, e che pertanto non viene richiesta la presenza fisica del personale docente ed ATA né quella del personale assegnato all’Istituto e dipendente da altri enti o amministrazioni, né si rende necessario autorizzare spostamenti di dette tipologie di personale dal proprio domicilio al luogo di lavoro in deroga alle limitazioni allo spostamento delle persone fisiche previsto dal DPCM 11 dell’11/03/2020;

 

−     Considerato che anche le attività formative gestite a vario titolo dall’Istituto sono già adesso gestite e svolte a distanza;

 

−     Considerato che, nel caso si manifestino esigenze di presenza nell’Istituto attualmente imprevedibili, sarà possibile provvedere, con atto di modulazione organizzativa dello scrivente, a una temporanea interruzione del lavoro agile per il contingente minimo di personale indispensabile a soddisfare l’esigenza rivelatasi indifferibile e non altrimenti trattabile  che in presenza e tramite le risorse disponibili non dematerializzate dell’ufficio amministrativo e la relativa strumentazione tecnica;

 

_       Considerato il DPCM del 1 aprile 2020;

 

_        Considerato il DPCM del 10 aprile 2020;

 

−     Sentito il DSGA ed in accordo con lo stesso;

 


 

 

DECRETA

 

Sono prorogate fino al 3 maggio 2020 le disposizioni già adottate dallo scrivente con proprio decreto, di seguito riportate:

 

“Dal 23 marzo al 3 Aprile 2020, o fino alla data che sarà indicata dalle eventuali, successive decretazioni legislative o ministeriali, gli uffici amministrativi funzioneranno in modalità di lavoro agile, ai sensi degli artt. 18 e segg. della legge 81/2017, dal lunedì al sabato, con un impegno orario giornaliero del DSGA e del personale amministrativo corrispondente a 6 ore  articolate nella fascia oraria giornaliera 8.00- 14.00.

 

Il Dirigente scolastico garantirà la sua costante reperibilità e, se necessaria, la presenza per eventuali indifferibili necessità connesse al funzionamento dell’istituzione scolastica e alle proprie necessità operative istituzionali. Assicurerà la funzionalità dell’istituzione scolastica a supporto della didattica a distanza e dell’attività amministrativa dell’ufficio, che sarà coordinata dal DSGA, con il quale manterrà un contatto costante.

 

Qualora si rivelasse necessario per attività indifferibili e non trattabili a distanza, con atto di modulazione organizzativa temporanea il D.S. potrà prevedere il rientro per il tempo strettamente necessario in presenza presso l a sede dell’istituto di una unità di personale amministrativo e di una unità di personale collaboratore scolastico, coordinate in presenza dal DSGA, per eseguire le pratiche indifferibili individuate. 

 

DECRETA  altresì

 

I plessi scolastici, ancora formalmente aperti, ma che non ospitano strutture amministrative, ai sensi delle “Istruzioni operative alle istituzioni scolastiche” emanate dal Ministero dell’Istruzione con nota n.392 del 18 marzo 2020, dal 23 marzo 2020 al 3 aprile p.v., o fino alla data che sarà indicata dalle eventuali, successive decretazioni legislative o ministeriali, rimarranno privi del personale collaboratore scolastico per le richiamate esigenze di contenimento dei rischi di contagio a carico della popolazione.

Il personale collaboratore scolastico, la cui attività lavorativa non è oggetto di lavoro agile, ai sensi della nota del Ministero dell’Istruzione 10 marzo 2020, n. 323, della Direttiva n. 2/2020, del Decreto Legge del 17 marzo 2020 e delle più volte richiamate istruzioni operative, resterà a disposizione a chiamata, per le eventuali necessità di apertura dei locali scolastici individuati dal Dirigente o dal DSGA secondo la turnazione comunicata con comunicazione interna   del 9 marzo 2020. Se non impegnato nella turnazione,  nel periodo dal 23 marzo al 3 aprile 2020 o fino a data successivamente decretata, salvo nuove disposizioni normative, sarà esentato dall’obbligo del servizio solo dopo aver fruito di eventuali ferie pregresse e ore a recupero. Il suddetto periodo, in riferimento alla fattispecie della obbligazione divenuta temporaneamente impossibile di cui all’art. 1256, comma 2, cc, è equiparato al servizio effettivo, ai fini giuridici ed economici.

 

L’Istituto potrà essere contattato attraverso i seguenti indirizzi di posta elettronica:

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il dirigente scolastico sarà contattabile dai referenti di ogni ordine di scuola e, in caso di necessità, dai docenti stessi (prima pregati di riferirsi ai coordinatori di settore e ai responsabili di plesso) al proprio cellulare di servizio.


 

 

Tutte le informazioni rivolte al pubblico saranno pubblicate sul sito web della scuola  

  

 

Con successivi ed ulteriori atti saranno implementati, ovvero modificati, i termini del presente provvedimento, in funzione dell’evolversi dell’emergenza sanitaria da COVID-19 e dei conseguenti atti regolativi”.

 

Il Dirigente scolastico 

(Prof. Massimo Pomi)  

 

 

 

 

 

 

Stampa Email